I piedi,le nostre radici

Se vogliamo mantenere sana la nostra colonna vertebrale dobbiamo rivolgere la nostra attenzione ai nostri piedi. La nostra posizione eretta porta fragilità alla cerniera lombo-sacrale e la migliore forma di prevenzione e terapia è il riassetto posturale,di cui i piedi rappresentano un punto fondamentale.Il nostro impegno è quello di mantenerli sani,forti ed elastici e recuperare la sensibilità propriocettiva.

Nemici dei nostri piedi

Le scarpe alterano la propriocezione e inibiscono la mobilità del piede,delle caviglie e ginocchia.Sono da evitare :scarpe strette,rigide,con la suola troppo spessa e non flessibile,a punta,con il tacco alto.

Il carico eccessivo esso può essere determinato da diversi fattori:peso del corpo fuori forma;condizioni di lavoro che impongono la stazione eretta;il trasporto di pesi;difetti di postura che portano a scaricare il peso sempre sulla stessa area del piede.

L’appoggio improprio è sufficiente osservare come sono consumate le scarpe per capire come lavorano i piedi,se il peso va più su uno o sull’altro o se non è distribuito uniformemente.Un appoggio scorretto significa danno alle gambe e alla colonna,oltre all’irrigidimento di bacino,e alla fine della giornata ci sentiamo stanchi,irritati,nervosi.

Togliersi le scarpe in pubblico,anche per accedere alla lezione di yoga,crea un certo imbarazzo,mentre invece è uno dei rimedi più importanti : camminare scalzi.

Nello Yoga i piedi sono l’organo di azione del Manipura Chakra,punto di transizione tra cielo e terra.La terra è il nostro sostegno non solo la superficie che sta sotto di noi,i nostri piedi quindi sono importantissimi.Sono le radici da cui tutto comincia e su cui tutto si sostiene.

La forma anatomica dei piedi presenta quattro curve come la colonna vertebrale.In riflessologia plantare sono paragonati a un corpo umano in miniatura,dove il tallone è il bacino (e il coccige),l’arco plantare è la zona lombare,le terze falangi sono il collo,e le prime la testa.

Attraverso il massaggio,esercizi,asana inizieremo a risvegliare la consapevolezza verso i nostri piedi.Iniziando ad imparare a sentire il peso del corpo che cade sulle ossa,sui muscoli interni dei piedi,per nutrirli allenandoli.

Advertisements

Informazioni su giadaribaniyoga

Insegnante di Yoga
Questa voce è stata pubblicata in asana, consapevolezza, hatha yoga e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...