Alimentazione e ayurveda

Mangiare è un’azione sacra,un’offerta propiziatoria resa dal fuoco digestivo allo spirito umano che ivi dimora,più o meno come le offerte rese dai fuochi sacrificali alle forme cosmiche personificate dalle divinità.Poichè dunque è una forma di culto,il pasto deve essere ritualizzato in modo da sottolinearne l’aspetto sacramentale.Il cibo ingerito abbandona la propria esistenza individuale e subisce una trasmutazione per poter partecipare alla più vasta esistenza nel corpo umano.Il cibo ingerito serve a noi come nutrimento,e trasformato in nuovo tessuto organico.

Il cibo è nutrimento per il corpo,la mente e lo spirito.

Il cibo produce quindi nutrimento ma può essere anche “veleno”per il nostro corpo.Il cibo non digerito resta in circolo e provoca una reazione infiammatoria.Per riconoscere questo stato “infiammatorio” occorre esaminare quanto “ama”(tossine prodotte da una cattiva digestione) è presente nel corpo.La mattina sarebbe utile controllare le urine,il colore e l’odore,controllare il colore e l’odore delle feci,e se è presente meteorismo.Verificare segnali di nausea o pesantezza degli arti.

In India i pasti vengono preparati fra la classe dei Brahmani,così che vi sia possibilità che durante la cottura i cibi vengano raggiunti da vibrazioni spirituali elevati.Nel nostro mondo,possiamo semplicemente cercare di cucinare usando più amore mentre prepariamo le nostre pietanze.Fate in modo che anche gli organi di senso siano appagati allietando la stanza da pranzo con musica rilassante e fiori freschi.Prediligete la qualità alla quantità,così non rischierete di appesantire troppo il vostro fegato.

 

Sempre in India le donne mestruate non devono cucinare poichè stanno affrontando un periodo di purificazione:per loro meglio riposarsi.

Quando mangiate mantenete in funzione la narice destra,che alimenta il fuoco digestivo,in questo modo:sdraiatevi sul lato sinistro per pochi minuti prima del pasto,tamponate la narice sinistra e chiudetela con il medio della mano destra respirando ritmicamente con la narice destra per alcuni minuti.

Chiudete gli occhi e iniziate a pregare o semplicemente ringraziate l’Universo per il cibo che vi ha donato.La tradizione indiana prevede una quintuplice offerta :al fuoco sacro,ad una mucca,ad un corvo,ad un cane e ad un altro essere umano,un bambino,un mendicante o chiunque altro al di fuori della famiglia.Esso rappresenta un ringraziamento alla Natura.Inoltre si può procurare del cibo ad una persona qualsiasi,un cucciolo,una pianta,il vicino di casa,uno straniero,cosicchè altre creature possano condividere la gioia della Natura.

Annunci

Informazioni su giadaribaniyoga

Insegnante di Yoga
Questa voce è stata pubblicata in alimentazione, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...